Checklist per la riunione di mappatura degli stakeholder

La settimana scorsa abbiamo parlato delle varie alternative che abbiamo a disposizione per mappare gli stakeholder di progetto.

Uno degli accorgimenti che con l’esperienza ho trovato più utili è effettuare l’attività di mappatura in gruppo, in particolare coinvolgendo i diretti interessati.

Come dicevamo la volta scorsa non prendersi il tempo per intervistare gli stakeholder è la cosa più rischiosa che possiamo fare quando stiamo partendo con una nuova iniziativa, ma anche non pianificare a priori come avverrà la comunicazione potrebbe crearvi un sacco di grattacapi e farvi perdere molto tempo quando ne avrete poco a disposizione.

Per questo motivo ad avvio di progetto è utile far convergere tutti gli interessati in una stanza e costruire insieme a loro la mappatura ed il framework di comunicazione che si desidera utilizzare.

Questa attività vi aiuta a comprendere ancora meglio le aspettative di ciascuno, a valutare la qualità delle relazioni tra gli interlocutori e a identificare potenziali aree di rischio o di frizione.

Quindi programmiamo l’ennesima riunione in agenda? 
Ebbene sì, ma facciamo in modo che sia veramente produttiva!

Per supportarvi in questo arduo compito ho raccolto in una checklist tutti i punti salienti a cui prestare attenzione per far sì che questo meeting sia un successo.

Qui trovate il pdf scaricabile.

Buon lavoro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.